Diario Vita da Mamma

Incontri

Ieri, mentre stavo come sempre al pc a scrivere, ricevo un messaggio tramite Messanger da un contatto Facebook. Era Bianca, che mi informava del fatto che per qualche giorno sarebbe stata a Cortona e, se potevo e volevo, potevamo vederci.
Certo che sì. Ho organizzato e alle 21 ero da lei.
Dovete sapere che io e Bianca non ci siamo mai viste prima di ieri sera. Ci siamo conosciute nel 2009, tramite Facebook. Ieri sera abbiamo anche provato a ricostruire la nostra prima telefonata, ma nessuna delle due si ricorda bene cosa ci siamo dette. Però ci siamo ricordate che era in occasione del terremoto di L’Aquila, del 2009. All’epoca avevo da poco aperto il giornale Periodico Italiano Daily, e come direttore editoriale, insieme all’allora direttore Franco Bomprezzi, decidemmo di fare una raccolta di materiale da portare o mandare direttamente a L’Aquila, o dove fosse servito. E Bianca si ricordava anche della Parmalat, che avevo contatto e che aveva poi inviato dei camion con acqua, latte, succhi di frutta nella zona del terremoto.
Siamo rimaste quasi un’ora a chiacchierare. Abbiamo scoperto che, oltre a conoscerci io e lei, io e suo marito, che non conoscevo nemmeno tramite Facebook, abbiamo anche altre conoscenze in comune. Saremmo rimaste lì praticamente tutta notte. Per fortuna Bianca e suo marito dovevano andare a cena e ci siamo salutate.
Perché vi racconto questa storia? Perché oggi, su Facebook, ho letto qualcuno che chiedeva se “incontreremmo mai qualcuno conosciuto solo virtualmente”. Ebbene sì. Molte delle persone che conosco oggi, anche fisicamente, sono state prima delle conoscenze virtuali. E non ritengo che questa sia una cosa drammatica. Facebook è un ottimo modo per fare nuove conoscenze, per scambiare opinioni, per aprire nuove strade. Spesso leggo gente che demonizza i social netowork. Sono pericoli. Ci sono i maniaci, gli stalker, etc. Vero. Ma se ne fai un uso consapevole e corretto, sai capire chi c’è dall’altra parte del monitor e, in alcuni casi, nascono amicizie che possono durare, anche tanto.
Dal 2009 a ieri, 5 agosto 2017, io e Bianca non ci eravamo mai incontrate. Per tanti motivi. Impegni di lavoro, di famiglia. Ma abbiamo due bambine della stessa età quasi e ci seguiamo a vicenda. Ci scambiamo pareri. Alcune volte discutiamo anche. Solo che lei lo fa da Milano, io da Arezzo. Quindi non state a chiedervi se incontrereste qualcuno conosciuto solo virtualmente. Seguite anche il vostro istinto. Lui sa sempre cosa è bene e cosa no. E se la pancia dice che va bene, ricordatevi che le occasioni sono sempre uniche. Non lasciatele andare, il tempo va, per ora, in una sola direzione: avanti.
Incontrare Bianca è stato un bellissimo regalo della giornata di ieri.
E la premessa per un obiettivo nuovo: ricontattare ogni giorni qualcuno che non sento da tempo, per riprendere quei rapporti che arricchiscono la vita anche se sono solo virtuali.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...