Diario Hotel, B&B e altro Vacanze

Molise Accessibile: all’hotel Acquario di Campomarino Lido con tutta la famiglia

Oggi vi racconto una cosa successa qualche anno fa, quando ero ancora all’inizio della mia avventura sulla ruote e questo blog non esisteva. Ero invitata ad un festival del cinema a Vasto e volevo fare anche un po’ di mare, ma di strutture accessibili con spiaggia attrezzata non ne avevo trovate. Mi ero quindi accontentata di un agriturismo con piscina, almeno le mie figlie, che erano con me, avrebbero potuto godersi qualche giorno di vacanza. Poi, una mattina, cercando di superare una soglia per entrare nella sala colazione, sono caduta all’indietro con la sedia a rotelle. Ricordo il tonfo della mia testa sulla pietra dura del pavimento. Ricordo anche il dolore immenso al cranio e la mia assoluta fermezza nel non volermi alzare fino all’arrivo dell’ambulanza. Ricordo anche le risa delle mie figlie che vedendomi già a terra, e sulla porta della sala colazione, non hanno potuto fare altro che scavalcarmi ed entrare a mangiare. 

Quando è arrivata l’ambulanza ho chiuso gli occhi e ho sperato di essere in buone mani. Logicamente ho detto al mio accompagnatore di fare le valigie. Io lì non ci volevo tornare. Soprattutto perché al momento della caduta hanno iniziato a sminuire l’accaduto, incuranti del fatto che io stessi facendo presente che lo zerbino senza antiscivolo sul marmo davanti a una gradino di soglia era pericoloso, per me in sedia, ma anche per loro a piedi. Così Leonardo, che mi segue da 5 anni ormai, mentre io in ospedale litigavo per fare una tac (ho una placca nel collo ed ero terrorizzata si fosse rotta o mossa per la caduta) si è messo alla ricerca di un hotel accessibile.

Hotel accessibile in Molise a Campomarino Lido

Alla fine esco dall’ospedale, senza aver fatto la tac, senza un antidolorifico, con un mal di testa da paura, ma con la certezza che sarei andata a dormire altrove. Infatti Leonardo era riuscito a trovare un hotel accessibile sul mare, a Campomarino Lido. Non solo. L’hotel aveva anche una bellissima spiaggia attrezzata con sedia job. Nonostante il mal di testa, e il primo giorno a letto cercando di farmelo passare, sono così riuscita non solo a godermi qualche ora di mare, ma anche a fare il bagno con le mie figlie, cosa che era un sogno in quel periodo.

Hotel per famiglie e spiaggia attrezzata a Campomarino Lido

L’hotel Aquario si trova in una bellissima posizione, vicinissimo al mare, io mi sono spostata con la sedia in autospinta. Ma la cosa che mi è piaciuta molto di questo hotel è stata l’animazione. Durante la mattina in spiaggia Andrea Chandra poteva stare con gli animatori e facevano diverse attività. Mentre nel pomeriggio, durante le ore più calde, le attività si spostavano nell’hotel, così come la sera. So che l’animazione è un po’ prerogativa di tutti gli hotel, ma ho molto apprezzato che le animatrici venissero da me a chiedermi se potevano portare con loro Andrea, senza che fossi io a dover andare da loro.

Dove si trova l’hotel Aquario a Campomarino Lido

L’hotel si trova in via D’Uva, in fondo, prima di arrivare al mare. Non potete non notarlo perché è molto grande e ha davanti un enorme parcheggio. La spiaggia si trova a pochi metri dall’hotel. La piscina però non è attrezzata per persone con disabilità motorie.

19 commenti

  1. Dai sempre un sacco di informazioni, é bello che tante strutture siano accessibili anche se siamo ancora parecchio indietro! La cosa che mi piace di come scrivi e affronti la vita è la tua ironia, riesci sempre a strappare un sorriso anche raccontando situazione non sempre semplici.

    Mi piace

  2. Che volo che hai fatto… hai fatto bene ad attendere l’ambulanza, è pericoloso muoversi dopo una botta del genere. Per fortuna tutto è andato bene, e vedo questo come un segno che ti ha fatto cambiare hotel fino a trovare questo hotel Acquario molto più bello, sul mare e divertente anche per le tue bimbe. Pronta per la Polonia?

    Mi piace

  3. Devo essere sincera, non pensavo che gli hotel mettessero a disposizione delle sedie per la spiaggia, e’ una cosa bellissima. Non conosco I costi per comprare un oggetto simile ma sarebbe bello se fosse cosi’ ovunque.

    Mi dispiace molto di sapere del tuo incidente, quando ero una carer era capitato anche a me (con una ragazza troppo leggera per la sedia) ed in un negozio che non aveva la pedana. Sollevare la carrozzina elettrica era difficilissimo, non ce la feci, non mi aiutava nessuno chiaramente ma alla fine ci aprirono – dopo dieci minuti a guardarci – l’entrata sul retro e la ragazza pote’ finalmente fare I suoi acquisti. Vergognoso comunque.

    Mi piace

  4. ma sai che ci sono stata anche io?!? qualche anno fa, per spezzare un viaggio in Puglia. Non mi aspettavo niente di che invece avevo trovato una bella camera spaziosa e una buona colazione. Ricordo che eravamo partiti con Eva che aveva la febbre, e avevo pensato che ero stata fortunata a trovare un hotel cosi confortevole

    Mi piace

  5. I tuoi articoli sono sempre molto dettagliati ed è bello vedere che sempre più strutture si attrezzano per accogliere al meglio anche chi deve lottare con una disabilità!

    Mi piace

  6. Una brutta disavventura, ma è sicuramente la tua spiegazione a farmi riflettere. Quanto poco sensibili e poco attenti siamo, basterebbero delle accortezze a migliorare l’offerta. E’ sempre utile per me leggere i tuoi articoli e capire il tuo punti di vista.

    Mi piace

  7. Sempre molto dettagliati e utili i tuoi articoli ed ovviamente straordinario il tuo modo di ironizzare. L agriturismo ha peccato di superficialità, per fortuna hai trovato una validissima alternativa. Ma sai che sono stata a Vasto il mese scorso ed in effetti a pensarci, a parte Aqualand che ha quasi tutti gli spazi acessibili, sia il Bb che i locali ed i ristoranti che ho frequentato non lo erano per niente 🤔

    Mi piace

  8. Mi piace sempre l’ironia dei tuoi racconti anche se immagino che al momento non sia stato molto divertente. Ma almeno hai avuto l’opportunità di scoprire questo posto!

    Mi piace

  9. Una disavventura che per fortuna non si è trasformata in tragedia. Ho sentito troppo spesso gli albergatori vantarsi dei costi sostenuti per abbattere le barriere architettoniche, ma poi ci si rende conto che se non si usa il buon senso, tanti investimenti vengono vanificati dalla superficialità. A volte, davvero, basterebbe un po’ di buon senso chiedendosi se uno zerbino senza l’antiscivolo davanti ad un gradino d’ingresso può essere pericoloso o meno. 😦

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...