Diario

Mammahalerotelle.com tra i migliori blog sulla sclerosi multipla 2018

Quando mi è arrivata la mail di Elena non ci credevo. Il mio blog, http://www.mammahalerotelle.com è stato selezionato tra i 10 migliori blog che parlano di sclerosi multipla del 2018. Non ci credevo. Lo ripeto. Non perché non creda di fare un ottimo lavoro con questo blog, fosse così avrei già smesso di scrivere. Semplicemente perché questo blog è la mia normalissima vita. Una vita di mamma con la sclerosi multipla.

Una mamma con la sclerosi multipla

Non ci vedo nulla di eccezionale in quello che faccio. Come ogni mamma lotto ogni giorno per svegliare mia figlia che non vuole alzarsi, o litigo con il grande perché la piccola lo ha disturbato mentre studiava. Mi divido tra lavori a progetto in università, studio, casa, famiglia e tempo libero. Come ogni mamma cerco di passare del tempo con i miei figli, ed avendone tre di età diverse cerco di differenziare il tempo che passo con loro. Come ogni mamma ho bisogno dei miei spazi, del mio tempo libero, di coltivare i miei interessi. Non sono diversa da altre milioni di mamme nel mondo.

Una vita con la sclerosi multipla

Forse ad occhi diversi dai miei il fatto di fare tutto questo con la sclerosi multipla sembra una cosa eccezionale. E allora vi chiedo: non è eccezionale che una mamma con il diabete faccia tutte le cose che faccio io? E che lo faccia una mamma che ha problemi di pressione? O una mamma che bada, oltre che a tutto quello che faccio io, anche a sua madre? Il fatto è che in Italia siamo ancora legati, troppo, all’idea che la donna debba stare a casa, soprattutto se ha una patologia. Perché sarebbe più facile per tutti. Per chi resta a casa, e per chi, a quel punto, non si trova costretto a rivedere le proprie convinzioni. Una mamma con la sclerosi multipla, per di più che si sposta in sedia a rotelle, che fa tutto normalmente, non da la possibilità a molte altre persone di lamentarsi in situazione di figli che litigano o di piatti da lavare.

Come vivo ogni giorno con la sclerosi multipla?

Ecco, forse questo è diverso in me: mi lamento poco. Perché anche io mi lamento, eccome se mi lamento. Ma si tratta di due secondi, non di uno status fisso. Lamentarmi mi toglie energie e preferisco averne per fare le cose che ho voglia di fare. Si. Io faccio solo le cose che ho voglia di fare. Raramente faccio qualcosa se non ho voglia di farla. Anarchia. Mia. Ho vissuto 37 anni facendo quello che gli altri si aspettavano io facessi. Da 5 anni, da quando la sclerosi multipla ha deciso che era ora di rallentare, faccio solo quello che ho voglia di fare, che mi piace fare, salvo rare, rarissime eccezioni.

Sarà per questo che qui, in questo blog, sono come a casa, come per strada. Perché sono sempre io, non invento, non baro, non cerco di dire cose che non ho fatto e non conosco. Racconto me stessa come sono e con le cose che faccio. Certo mi fa piacere che il mio blog possa essere di aiuto ad altre mamme che magari alla notizia di avere la sclerosi multipla si abbattono. A loro, a queste mamme, voglio ricordare che la sclerosi multipla ti cambia la vita ma non te la toglie. E di cose che ci cambiano la vita ne incontriamo, anche senza la sclerosi multipla, ogni giorno. Ci basta sbagliare tipo di scarpa e una giornata è completamente cambiata, e magari perdiamo quel treno che avremmo dovuto prendere e perdendolo abbiamo cambiato la nostra vita. Non è solo un film, è realtà. Io non posso sapere come sarebbe stata oggi la mia vita senza la sclerosi multipla. Forse non mi sarei laureata, forse non avrei deciso di portare avanti un blog come lavoro principale, forse non avrei conosciuto tante persone meravigliose. O forse si, avrei comunque fatto tutto quanto anche senza sclerosi multipla.

Ringrazio Elena che ha scelto il mio blog tra tantissimi. Ringrazio chi ogni giorno mi legge e mi scrive. Ringrazio chi mi sopporta anche quando sono in fase down, quando sono isterica e nervosa, quando sono stanca. Ringrazio chi ogni giorno segue i miei ritmi e si adatta a me senza pretendere che io mi adatti a loro e alle loro necessità.  Qui trovate l’articolo scritto con anche i link agli altri 9 blog che hanno ricevuto questo riconoscimento per l’anno 2018.

4 commenti

  1. Il lavoro che fai è tanto e fatto bene. il premio te lo meriti tutto.
    La cosa che mi ha colpito quando ti ho conosciuto (virtualmente) attraverso il tuo blog è stata la forza e la voglia di vivere che trasmetteva.

    Mi piace

  2. Complimenti davvero. Sono entusiasta io per te di questo riconoscimento. Da quando ti leggo ho imparato ad osservare tante cose che prima davo per scontato, come l’accessibilità dei luoghi che visito alle persone in SAR. Grazie del lavoro che fai. E grazie di essere una donna sempre attiva. Sei un modello per tutte. E non lo dico per dire.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...