Diario

Scrivere libera. La libertà del 2 maggio e dello scrivere su quattro ruote

Eccomi qua. Vi racconto cosa vuol dire scrivere sulle rotelle. Perché è letteralmente quello che faccio. Quante volte avete visto delle mie foto con il cellulare in mano seduta sulla mia quattro ruote motrici (più una, perché senza il Triride non andrei da nessuna parte)? Scrivere in libertà. Ecco cosa vuol dire. Scrivere libera.Bene. Quando io mi muovo spesso con una mano tengo il cellulare e con l’altra scrivo e prendo appunti. Questo quando qualcuno mi spinge. Quando invece viaggio con il ruotino tengo il voice recorder acceso e annoto vocalmente tutto quello che mi interessa. Così poi lo riascolto e vi racconto per scritto il mio percorso o la mia vacanza.

Il 2 maggio, giornata mondiale dei blogger dal 2010, per me è questo. Scrivere libera. Non solo libera come blogger di raccontarvi quello che voglio senza bavagli. Anche libera (nonostante direbbe qualcuno, non io, io dico) con le mie ruote. Perché le mie ruote sono le mie gambe e, in alcuni casi, i miei occhi. Sento i pavimenti, la differenza delle piastrelle, i cambi di asfalto. Voi, bipedi, questa fortuna non l’avete più. Camminate e camminate ma vi siete dimenticati quello che avete sotto le suole delle scarpe. E ne so qualcosa perché anche io prima camminavo.

Quindi aderisco alla campagna #bincircle per ringraziare di questa libertà. E partecipo all’iniziativa lanciata da Federica Mari con il suo blog www.mammaraccontami.com e raccolgo il testimone passatomi da Simona Genovali nel suo www.destinazionetoscana.it.

Ora sta a me dare il testimone a un altro blogger. Un blogger in erba. Ma che scrive da quando aveva 15 anni. Un blogger diverso. Tutti siamo capaci di scrivere di viaggi. Lui si chiama Dejan Uberti e scrive di musica e viaggi. E glielo passo oggi, alla vigilia della sua partenza per l’Eurovision Song Contest di Lisbona. Seguite suo www.dekismusic.it e scoprite come vedere il mondo con le cuffie alle orecchie sia diverso da come siamo abituati a vederlo.

11 commenti

  1. Seguirti è diventata una droga per me. Mi piace quello che racconti e come lo racconti e il tuo punto di vista speciale. In questo modo mi fai sempre riflettere e mi dai delle informazioni nuove.
    Questa volta, ad esempio, non sapevo che il 2 maggio fosse la giornata del blogger (ora me lo segnerò in agenda). Essere blogger è qualcosa di molto serio per me: significa viaggiare con la testa, con la tastiera (e prima la penna e il voice recorder), con i piedi, le ruote, gli occhi, le orecchie, il naso, lo studio, una macchina fotografica, la fantasia. E raccontarlo agli altri.
    Ma la cosa più importante, come dici tu, è la libertà. Essere blogger significa essere liberi. E questa libertà va onorata.
    Grazie

    Mi piace

    1. Sono contenta che il mio blog ti piaccia. Se vuoi puoi partecipare anche tu a questa iniziativa. Fai partire un nuovo circle 🙂 linki chi ha lanciato l’idea. Se vuoi me come spunto che ti ha fatto conoscere la cosa e passi il testimone a una blogger diversa 🙂

      Mi piace

  2. Quanto è grave essere una blogger (o wannabe blogger?) e non sapere che il 2 maggio è la giornata di quelli “come me”?
    Ora me lo segno sul calendario e il prossimo anno spero di poter far conoscere qualche nuovo blogger, come hai fatto tu con Dejan Uberti!

    Mi piace

  3. È proprio vero che chi cammina non si accorge di com’e fatto il pavimento… dovremmo immedesimarci un po’ di più per rendere il mondo migliore, far sì che ogni cosa sia fruibile da chiunque.

    Mi piace

  4. Mi piacciono molto i tuoi post 😍 E che bel concetto: la libertà. Si dice che questa cominci al finire di quella altrui. E credo sia vero, la libertà è prima di tutto rispetto per se stessi e per gli altri. Essere blogger, scrittrici e artisti spesso permette di fuoriuscire dalla libertà sociale e addentrarsi in una libertà personale, quella di esprimere ciò che si vede e si sente con libera espressione.

    Mi piace

  5. Bellissimo pensiero! Essere liberi, di esprimersi, di emozionarsi, di viaggiare e di vivere. E di condividere le nostre esperienze con gli altri. Non credo ci siano cose più importanti!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...