Svago e Divertimeno

Ci sono riuscita: sono entrata in un negozio! Trovando parcheggio!

Andare a fare shopping è sempre divertente. Da quando sono in sedia è diventato un incubo. Non si trova mai parcheggio e i negozi sono spesso arredati in modo che nemmeno trovando parcheggio posso entrare. (Leggete la mia esperienza a Caserta) Se poi faccio shopping in città mi sento anche peggio. Gradini, nessuna pedana. Casse ad altezza ‘umano in piedi’ perché è risaputo che la spesa si fa solo se sei in piedi. Poi sono capitata al Fidenza Village.

Ho scoperto che anche di domenica, uno dei giorni di massima affluenza, i parcheggi disabili sono occupati solo per il 40%. E avendone oltre 50, tutti in prima fila e tutti vicini agli ingressi, mi è piaciuto per un attimo immaginarli tutti occupati e incrociare 50 sedie a rotelle facendo shopping.

Poi sono entrata nei negozi. Certo, essendo un outlet non ho comprato quasi nulla. Ma sono entrata nei negozi. A voi, bipedi normodotati, sembrerà normale. A me no. Sono entrata perché non c’erano ne gradini ne soglie con dislivello da superare. E ho potuto guardare la merce perché gli scaffali erano disposti in modo da potermi muovere senza rischiare di far cadere qualcosa o, peggio, di rimanere incastrata in vie senza uscita.

E ho comprato la prima Moleskine di mia figlia Andrea Chandra nel primo outlet Moleskine al mondo. Ora ne trovate diversi. Ma il primo in assoluto era quello lì a Fidenza. E le hanno anche personalizzato il suo primo quadernino, rigorosamente rosa, con il suo nome. Per me, cultrice della Moleskine da decenni, è stata una goduria.

Già che c’ero ho approfittato per vedere l’esposizione di cani in resina dipinti a mano, realizzati in occasione del capodanno cinese. Resteranno fino a inizio marzo, se passate di lì approfittatene. E già che ci siete, passate anche a salutare io gestore del Bar Caffè Illy che trovate a fianco dell’ingresso principale. La sua gentilezza e i suoi modi mi hanno regalato 10 minuti di caffè con relax completo. Una gentilezza che metteva non solo con i clienti ma anche con il bancone: ha chiesto alla macchina del caffè se era tutto a posto e l’ha chiamata ‘cara’, e il tono di voce era dolcissimo. Non un folle, una persona normalissima che, però, mette amore in quello che fa. E si sente.

Quindi, ora che lo so, aspetto con ansia i prossimi saldi e prenoto due giorni vicino a Fidenza. Si mangia divinamente in quelle zone e magari faccio un salto alle terme di Salsomaggiore, che sono a pochi chilometri dal Fidenza Village.

29 commenti

  1. Verissimo, Fidenza Village è un bellissimo outlet ed è anche a prova di “rotelle”, sono contenta che tu abbia riscoperto il gusto dello shopping. Grazie Fidenza Village e grande Sofia

    Mi piace

  2. I posti così vanno indubbiamente premiati. Certo, alla fine si tratta di un outlet e quindi è facile che rispetti determinati criteri, ma mai dare qualcosa per scontato. Sono contenta che tu sia riuscita a goderti una giornata di shopping con facilità 🙂

    Mi piace

  3. Sono davvero contenta che tu abbia potuto passare una normalissima giornata di godurioso shopping (non importa quanto si compra, secondo me, ma la sensazione di piacere e benessere che scaturisce dall’essersi svagati e rilassati). Comunque non sapevo che personalizzassero le Moleskine! Grazie anche per questa informazione, ne terrò conto in un prossimo futuro.

    Mi piace

  4. Fai benissimo a sottolineare e sensibilizzare sui problemi di accesso che purtroppo sono abitualmente dimenticati … Gli outlet sono comunque spazi piacevoli per una passeggiata fra i negozi anche senza shopping forzoso.

    Mi piace

  5. è assurdo scoprire che in questo momento storico ci siano ancora una serie di difficoltá. Mi fa venire una rabbia fortissima (ho un’amica con il tuo stesso problema). ma vedo che anche te, come lei, sei una che non molla. Siete delle combattenti e questo vi fa molto onore!
    Non conosco il Fidenza Village ma ne ho sentito parlare molto bene. Speriamo che te possa confermare.
    Baci

    Mi piace

  6. Non sono mai stata in questo outlet ma sono felice di sapere che tu abbia trascorso una piacevole giornata li. Spero che seppur sia per ora uno dei pochi ad essere accessibile a tutti, diventi presto uno dei primi tra tanti! 🙂

    Mi piace

  7. È proprio vero, non ci soffermiamo mai abbastanza a pensare cosa farebbe qualcun’altro di diverso da noi. E dico in tutto non parlo solo di rotelle: alto, basso senza un braccio, senza una gamba o altro. Pensiamo sempre a noi e solo a noi quando progettiamo una cosa! Mi viene in mente la nuova linea di autobus regionali veneti: belli eh peccato che 4 gradini per salire e per me bassa dovevo allingarmi come pochi. Immagina un anziano o uno con problemi?! Mah proprio dovremmo averlo nel senso civico l’idea di migliorare ed invece.. siamo peggio di tutti!

    Mi piace

  8. L’abbinamento shopping a Fidenza + terme di Salsomaggiore mi sembra perfetto! Leggo volentieri gli esempi virtuosi di accessibilità che offri nei tuoi post, le ingiustizie mi fanno arrabbiare, mentre non si dà mai abbastanza risalto a chi con impegno e passione si differenzia dai più..!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...