Ristoranti & Family Viaggiare

Trattoria Fontana 30 anni dopo: accessibilità e amore

Domenica 10 dicembre 2017. Compleanno di mia nonna. 90 anni. Non potevo non esserci. Ed è stato un bene, perché ora posso raccontarvi di come una trattoria che esiste “da sempre”, in piena campagna padana, sia completamente accessibile. A Sant’Antonio, frazione di Agnadello, la trattoria Fontana è un’istituzione.

Qui, quando avevo 15 anni, lavoravo per pagarmi la patente: sabato pomeriggio dopo la scuola, in cucina a lavare i piatti, la domenica a pranzo, in sala a servire. Ho imparato da Antonia a fare le crespelle con fontina e prosciutto (lo so, fa molto anni ’90, ma quelli erano gli anni effettivamente). Ho imparato a servire ai tavoli da Annalisa e da suo marito. Ho passato giorni (e notti) durante la sagra di Sant’Antonio a servire rane fritte e bicchieri di vino rosso.

Tornarci da ospite, seduta a uno dei tavoli è stato strano. Non era la prima volta, ma è stata la prima volta in cui mi sono resa conto di quanto sia assolutamente accessibile come locale. Mi hanno fatto trovare un tavolo con una prolunga dove potevo mettermi con la mia sedia a rotelle senza problemi, perché non aveva le gambe. Non ci sono scalini, nemmeno la soglia per entrare. Il bagno è attrezzato e anche qui per entrare nemmeno i soliti 3 cm di soglia. Anche se per andare in bagno si deve uscire dal locale, perché si trova in un’altra zona della struttura. Il parcheggio è di fronte, nel cortile. Dalla macchina alla porta d’ingresso 20 metri al massimo.

In primavera diventa un posto magnifico, con la possibilità di mangiare fuori sotto al porticato, e di lasciare i bambini a giocare nel prato con i giochi che sono a disposizione. Ci sono gatti, tanti gatti, che girano per il cortile. E poi hanno altri animali che si possono vedere. Quando ero piccola c’era un pavone e con mio nonno si andava spesso per vedere se “faceva la ruota”. Dal paese ci si andava in bicicletta, tanto sulla strada che portava lì passavano pochissime macchine, qualche trattore ogni tanto, ma era sicura. Ci si andava anche a piedi, in autunno, quando si andava a funghi.

Se passate vicino a Treviglio, e vi va di fare una deviazione di una decina di minuti, pensateci. Non è sempre aperto, quindi vi conviene telefonare e prenotare. Sono certa che vi troverete benissimo.

Qui trovate la pagina Facebook del locale.

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...