Svago e Divertimeno

Le soddisfazioni arrivano se fai le cose con il cuore

Ci lavori giorni e giorni, a volte anche notti. Un lavoro non pagato, non considerato come tale. Perché i volontari non sono considerati “lavoranti”. E va bene così. Perché sono quelle cose che ti portano ad avere poi tante soddisfazioni. Alcune meno materiali di altre.
In due anni di “lavoro” con il progetto Viaggiare Disabili ho visitato posti che mai avrei pensato di vedere. Sono stata a Praga 3 volte in un anno  e a Cracovia per Natale. Sono stata alle terme in Slovenia, ho dormito in alcuni tra i migliori hotel in Italia e all’estero.
Sono stata ricevuta da ministri e sottosegretari, ho parlato di fronte a centinaia di persone, cercando di trasmettere l’importanza dell’accoglienza per le persone con esigenze speciali, cercando di non fare differenze tra disabili in sedia a rotelle, persone con disabilità sensitive o cognitive.
In alcuni casi ho trovato persone ostili, che non ne volevano sapere di parlare di accessibilità, in altri casi persone disponibili, pronte ad accogliere, capire e cercare di far avere un’esperienza di soggiorno migliore ai clienti disabili.

In tutti i casi però il lato umano ha prevalso. Come sabato scorso, a Bardonecchia, quando con Simone Fanti siamo stati a vedere la scuola di sci NordOvest (si, di nuovo, ma non ho sciato questa volta) e a visitare il rifugio Biricchini. Ne è uscito un articolo stupendo, scritto da Simone per Invisibili de Il Corriere Della Sera.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...